Seleziona una pagina

Il 17 marzo, un anno fa, in migliaia abbiamo attraversato le strade della nostra città contro il razzismo e per l’inclusione sociale.
Per affermare che “Padova è una città aperta“.
A distanza di un anno le leggi Salvini sono ancora in vigore e in questo momento così difficile le persone più vulnerabili vivono condizioni ancora peggiori.
Da qualche mese stavamo preparando un’Assemblea per sabato 21 marzo: il primo giorno di primavera, il giorno in cui ripartire con questo prezioso lavoro di rete tra tanti e tante, che è continuato ma che ha bisogno di allargarsi, di prendere parola.
Un’Assemblea in presenza (come la prima, a gennaio dell’anno scorso: eravamo in 400) è chiaramente impossibile. Però non ci vogliamo fermare.
Per lo stesso giorno, alle ore 16.00, proponiamo a tutti un momento di incontro online. Il primo di una serie. Per tenerci in rete, per aggiornarci, per autoformarci. Per usare questo tempo sospeso, collettivamente.
Il primo incontro parte dalla città, e si struttura in quattro interventi. Una seconda parte sarà dedicato agli interventi aperti.

Legge Salvini su sicurezza e immigrazione. Cosa succede a più di un anno dall’entrata in vigore e in tempi di corona virus?
Incontro informativo on line

Sabato 21 marzo alle ore 16.00

Collegati on line clicca su questo link: http://bit.ly/padova-città-aperta
o sulla pagina FB: www.facebook.com/padovacittaaperta

L’impatto dei cd decreti sicurezza nella giurisprudenza e nelle prassi amministrative
a cura dell’Avvocato Davide Zagni

La situazione nei Centri di Accoglienza Straordinari padovani, a 6 mesi dall’applicazione delle nuove condizioni di accoglienza decretate dal Bando Salvini
a cura di Roberto Tuninetti, Coordinatore Servizi Accoglienza RPI/Ex Coordinatore SPRAR di Padova

Richiedenti asilo tra vulnerabilità sociale e marginalizzazione: le mille forme dell’inclusione
a cura di Omid Firouzi, ricercatore non strutturato Unipd e Sconfinamenti

Razzismi contemporanei
a cura di Annalisa Frisina, Università di Padova

A seguire interventi aperti

L’incontro è promosso da
Padova città aperta,
rete cittadina contro il razzismo e per l’inclusione sociale
www.padovacittaaperta.net