Seleziona una pagina

Una nota ASGI tradotta in diverse lingue destinata ai migranti, per evitare che cadano vittime di truffa (come già si sta verificato) da parte di “faccendieri” che illudono sull’attuale possibilità di “sanatoria.


Sono assolutamente false le voci che si sono diffuse attraverso i social media e messaggi whatsapp riguardo l’esistenza di una norma sulla regolarizzazione dei cittadini stranieri che sono in Italia, tramite l’invio dei kit che si ritirano presso gli uffici postali.

Tali indicazioni sono false e pericolose perché:
la spedizione dei kit postali, anche se autorizzata dagli Uffici postali, al momento non regolarizza chi si trova in Italia senza documenti, né dà diritto al rilascio di un permesso per lavoro ai richiedenti asilo;
sono delle vere e proprie truffe perché in molti casi viene anche illegalmente richiesto del denaro per il rilascio, l’invio o la compilazione del kit;
– in mancanza di informazioni ufficiali, l’invio dei kit potrebbe persino risultare controproducente e ostacolare la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno in Italia in caso di pubblicazione di una reale procedura di regolarizzazione;
– potrebbe esporre le persone a rischi come l’espulsione.

L’A.S.G.I. invita i cittadini stranieri a rivolgersi alle associazioni di tutela, agli sportelli informativi, ai sindacati, ai patronati per chiedere corrette informazioni prima di procedere o d’inviare qualsiasi richiesta.

Scarica e stampa la nota (ita) – Scarica e stampa la nota (Francese) – Scarica e stampa la nota (arabo)